lunedì 29 maggio 2017

I gelatini per Lucrezia, Rachele ... Beatrice, Amelia e Anna...


Cara Lucrezie e Rachele
questa volta questi gelatini non sono solo per voi ma anche per le vostre cuginette, Beatrice di sicuro vorrà quello alla fragola ricoperto di cioccolato bianco, Amelia vorrà quello con le fragole che si vedono, ad Anna che è la più piccola faremo assaggiare un pò tutto visto che sappiamo bene che è la più vorace :-D e voi quale sceglierete?
Chissà staremo a vedere bambine mie, intanto la mamma si inventa le ricette per la prossima volta perché questi gelatini sono già praticamente finiti, ma non temete l'estate è lunga e io vi ho promesso che faremo festa tutti i giorni, e festa sarà!
Voglio godermi questa estate, voglio godermi il tempo con voi così piccole ma già cresciute...

Alle mie bimbe con affetto la vostra mamma


Avevo già pubblicato l'anno scorso una ricetta di gelatini erano belli, colorati, freschi ma sopratutto buoni e sani. Ovvio come in tutte le cose non bisogna esagerare (e qui come avrete capito il "momento Dietista" ormai farà parte di questo blog quindi portate pazienza), il gelato non può essere la merenda di ogni pomeriggio però un paio di volte a settimana direi che si può fare soprattutto se è un gelato fatto in casa con ingredienti selezionati e con una particolare attenzione allo "zucchero aggiunto".

Questa volta la ricetta è cambiata rispetto all'altra volta ho voluto sperimentare alcuni mix che non avrei mai provato se non avessi acquistato il libro di Ella in cui ho trovato la ricetta di una sua "finta" mousse di cioccolato (che detta così è un pò brutta però non trovo altro modo per definirla) e dopo averla assaggiata, ho deciso che il gelato sarebbe stato il mio secondo esperimento.

I gelati al cioccolato che vedete in foto sono così composti:

Ingredienti:
Avocado (io ne ho usato solo metà)
Banana (una intera non troppo grande, ma bella matura)
Cacao Amaro un paio di cucchiaini (io vi consiglio di acquistare la polvere di cacao crudo che trovate nei super specializzati in prodotti bio, perché è davvero un cacao ricco di gusto e ne basta poco per dare sapore)
Sciroppo d'agave un cucchiaio oppure Datteri Medjoul (che trovate solo in qualche negozio specializzato ma che devo ammettere sono qualcosa di speciale, io li uso tantissimo per dolcificare i frullati di frutta e quindi anche i gelati)
Latte di Cocco o Mandorle
Yogurt greco (questo l'ho utilizzato per la parte bianca e l'ho dolcificato con un pò di sciroppo d'agave ma se usate un yogurt bianco dolce non servirà)
Procedimento:
Frullate avocado, banana, cacao e sciroppo d'agave fino a rendere il tutto omogeneo, aggiungete il latte di cocco o mandorle per ottenere una consistenza non troppo liquida ma nemmeno troppo densa.
Inserite nello stampo dei ghiaccioli e terminate la parte finale con lo yogurt inserite lo stecco e mettete in congelatore.

Note della Dietista: questi ghiaccioli pesano 75 g e apportano una media di 90 Kcal circa (calcolata a spanne perché non ho pesato gli ingredienti e vado a memoria), vi ricordo che il classico Magnun apporta una media di 250 Kcal a porzione, così per dire, perché è chiaro che le due cose non sono minimamente paragonabili, però io ovviamente l'ho mangiato e a me è piaciuto molto, la consistenza cremosa grazie all'avocado non mi ha fatto rimpiangere il gelato classico e il gusto del cacao si sentiva molto bene, per me questo potrebbe essere un buon compromesso per chi la sera si vuole gustare un gelato dopo cena senza troppi sensi di colpa.



I ghiaccioli che vedete nelle prossime foto sono invece composti da ingredienti ancora più semplici.

Ingredienti ghiaccioli trasparenti:
Succo di mela Bio
Fragola a fette
Mirtilli interi

Preparazione:
Ho semplicemente versato il succo di mela nello stampo e poi inserito la frutta come da foto.
Note della Dietista: questi ghiaccioli apportano una media di 35 Kcal.




I ghiaccioli rosa invece sono così composti:

Ingredienti:
Banana matura
Fragole
Yogurt greco
latte di mandorla
sciroppo d'agave
Cioccolato bianco
granella di pistacchi

Procedimento:
Anche in questo caso ho inserito tutto nel frullatore, le dosi non sono precise ma come al solito l'ingrediente principale è la frutta, quindi per lo yogurt mi sono limitata a due cucchiai, idem per il latte, lo sciroppo l'ho dosato in modo da rendere il tutto non troppo dolce.
A copertura finale per dare un tocco in più ho sciolto del cioccolato bianco e spolverato sopra della granella di pistacchi.

Note della Dietista: questo gelato apporta una media di 50-60 Kcal, se si aggiunge il cioccolato bianco e la granella di nocciole la media sale a 100 Kcal ovviamente in base alla quantità di cioccolato bianco che si aggiunge.



L'anno scorso dopo aver pubblicato il post dei ghiaccioli mi avete chiesto in tante dove ho acquistato lo stampo e così quest'anno vi lascio il link e alcune considerazioni.
I ghiaccioli che vedete in foto sono fatti con questo stampo qui però è bene che sappiate due cose, il prezzo è abbastanza alto (quando l'ho acquistato io non era così, so però di certo che c'è una versione economica con il coperchio in plastica solo che non riesco a trovarla, ma so che c'è qui su Amazon) e soprattutto diventa scomodo se volete scongelare un ghiacciolo alla volta, questo sembra una stupidaggine ma vi assicuro che poi diventa complicato anche perché lo stampo è da 8 quindi consumando i ghiaccioli in più volte rischiate che il gelo del congelatore faccia cambiare il gusto del ghiacciolo, a me è capitato se lo lascio più di una settimana, ovviamente dovete riporlo all'interno di sacchetti appositi ma non basta comunque a preservarne la "freschezza".
Facendo una ricerca su Amazon ho trovato uno stampo che ci assomiglia moltissimo come forma ma con il vantaggio che è possibile scongelare il singolo ghiacciolo (lo trovate qui) questo stampo ha il pregio di mantenere sigillati i singoli ghiaccioli, cosa che con l'altro multiplo non si riesce a fare perché bisogna togliere tutto il coperchio ogni volta che si vuole prendere un ghiacciolo. 
Trovo dunque che questa seconda opzione sia davvero la migliore forse potrei farci un pensierino anche io per un secondo acquisto.
Inoltre va fatta un'altra considerazione, a mio avviso e qui parlo in qualità di Dietista se avete un bambino di 2 anni e poco più la quantità di ghiacciolo di questo stampo è troppa (75 g) , io infatti alle bimbe do un'altro ghiacciolo molto più piccolo (tipo questo che dovrebbe essere di circa 40g ), oppure se uso questo stampo lo riempio solo a metà, perché una quantità elevata di ghiaccio nello stomaco dei piccoli potrebbe creargli qualche fastidio.
Quindi si al ghiacciolo quando fa caldo e la temperatura lo permette, però attenzione alla quantità.

Se poi come me siete nel trip dei gelatini, allora non potete perdervi la mia personale bacheca su Pinterest (che trovate qui ) e che vi fornirà di sicuro spunti e idee per creare i vostri gelatini home-made, ovviamente ho inserito anche quelli per gli adulti quindi non tutte le ricette sono adatte ai piccoli.
Io vi posso assicurare che anche questa è una di quelle attività simpatiche da fare insieme ai vostri figli, scegliete con loro di volta in volta la frutta da utilizzare e fateli il più colorati e divertenti possibili, sarà una merenda che loro gusteranno orgogliosi di averla fatta insieme a voi con le loro manine.

Ci vediamo al prossimo Dolce-Click
PH Una Marmellata di Foto

5 commenti:

  1. brava Verdy ho letto tutto con molto piacere . Proverò.
    baci

    RispondiElimina
  2. Ho amato tutto di questo post: Ovviamente le ricette che sembrano deliziose, ma anche le foto e tutti i consigli che dai :) ❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Silvia che carina a dirmelo grazie davvero ...

      Elimina