venerdì 19 settembre 2014

Anna il colore e la fantasia


Lei è Anna in arte TULIMAMI
non vi spiegherò il perché di questo nome e non vi racconterò poi molto di lei perché dovete scoprirlo da soli chi è e che cosa fa e sono sicura che lo farete.
So solo che più di un anno fa ero ad una delle classiche fiere dell'handmade e quel giorno nonostante gli espositori fossero tantissimi il mio occhio è stato rapito da poche ma bravissime artiste, molte di loro le avete già conosciute nel mio blog (c'è un etichetta apposita che ho creato "Handmade Portrait" che le riassume tutte se volete conoscerle quindi cliccate li), e altre che devo ancora fotografare.... si perché la mia passione è fotografare le persone, ma non subito, non al primo incontro, io lascio che le cose sedimentino da sole, che maturino e solo dopo quando è il momento giusto scatto la mia foto, solo quando la persona che ho davanti si fida di me.
Anna è simpatica, è una donna in gamba, ha una casa che mi riporta alla mente la favola di Alice nel paese delle meraviglie da quanto è piena di colore e fantasia, lei di sicuro vi dirà che era in disordine ecc ecc... ma la verità è che quel disordine è vita vissuta, è creatività.... e per me è bellissima così!

Non era la prima volta che ci incontravamo, ma questa volta eravamo solo noi due, lei era vestita di pois bianchi e neri e io.... di pois bianchi e neri nemmeno ci fossimo messe d'accordo :-DDD .... due chiacchiere, e poi via a far foto o meglio lei fotografava le sue meravigliose creazioni e io "aiutavo" mi sono limitata a fare quello nulla più, non avevamo in mente di fare queste foto e di sicuro lei non ci pensava e io nemmeno, però ad un certo punto ho visto la parete dietro di lei che mi diceva "non puoi non scattare una foto con uno sfondo così COLORATO" e in effetti aveva ragione non potevo proprio non farlo, sedia posizionata, lei seduta di fronte a me io seduta di fronte a lei, poche pose, pochi scatti, nulla di costruito.... 
Eppure trovo così divertenti le sue espressioni che non potevo non presentarvela così la mitica 
ANNA TULIMAMI

:-)




Concludiamo con il suo meraviglioso sorriso e vi lascio i link per andare a conoscerla e a curiosare nel suo fantastico mondo 



Ci vediamo al prossimo Click
PH Una Marmellata di Foto


lunedì 8 settembre 2014

Ancora un'altra estate

Un'altra estate è passata, forse non è stata un'estate bellissima ma di sicuro è stata un'estate speciale.
Non ricordo tutte le estati della mia vita, ma ricordo quelle che passavo da bambina con le mie sorelle, in un tempo in cui la parola annoiarsi non esisteva, non perché ci fosse da divertirsi in ogni momento semplicemente perché non ci passava per la testa di dire alla mamma "ci stiamo annoiando cosa facciamo?", forse anche perché avevamo la fortuna di essere in 3 sorelle con età diverse.
Faceva parte dell'estate avere tutto quel tempo a disposizione, io lo passavo con le mie sorelle a giocare, spesso a litigare, leggevamo tanti libri, ricordo il rito del passaggio in biblioteca, si finiva per leggere un libro a settimana. Ricordo i corsi di cucito dalle suore e oggi rimpiango di non aver imparato di più. Ricordo poi una volta cresciuta i giri in bicicletta con le mie amiche fatti così senza meta a chiacchierare del più e del meno, qualche ghiacciolo mangiato sugli scalini di qualche portone ma poco altro. Non c'era molto da fare in estate, si aspettavano le vacanze al mare la maggior parte di noi partiva per due settimane, noi abbiamo avuto la fortuna di fare quasi ogni anno quelle due benefiche settimane di mare sempre e solo nel mese di luglio e ricordo che quando rientravamo a casa io scrutavo il paese nei giorni a seguire perché avevo sempre la sensazione che fosse cambiato qualcosa, si era cambiato tutto perché era agosto e il paese si svuotava completamente, i negozi chiudevano, il caldo si faceva torrido e il silenzio era ovunque.
Però mi è sempre piaciuta l'estate... poi sono cresciuta, iniziavano le prime vacanze con le amiche, poi con il moroso di allora....e poi ad un certo punto l'estate non era più fatta di 3 mesi....ad un certo punto inizi a lavorare e l'estate si riduce alla parola ferie, è stata una sensazione strana soprattutto all'inizio, poi come in tutte le cose ci fai l'abitudine e ti inserisci in un sistema che da sempre gira così.
Non mi lamento è la vita.... il tempo sembra non bastare mai, oggi alterno le vacanze con mio marito a quelle da passare con mamma, sorelle e adesso anche le mie due nipotine, sono giorni che trascorrono in armonia anche se siamo tante, ognuna con le proprio abitudini, insieme diventiamo una cosa sola, avere le bambine con noi poi oggi è un grande regalo, ha cambiato il nostro modo di passare le giornate le ha arricchite in un maniera esponenziale, siamo appena ritornate da una settimana di mare, il tempo è stato spesso brutto, ma io posso dire con sincerità di non essermi mai annoiata, di aver vissuto ogni momento con grande gioia, di aver goduto della vicinanza di mia mamma che tutto fa e che tutto inventa, che è la nostra guida, la nostra fragile roccia a cui ci appoggiamo ma a cui anche lei (anche se ancora non lo sa) può appoggiarsi.
Alla fine no non posso dire che non sia stata una bella estate... è stata ancora un'altra estate della mia vita e io ho solo una parola da dire...
                                   

GRAZIE


Alla vostra Estate...


Fai piano...non è ancora giorno, forse stai ancora sognando, forse puoi ancora sognare....
fai silenzio, ascolta, ascolta bene il rumore delle onde, lasciati cullare dolcemente da quel suono così familiare.....
fate piano, in punta di piedi avvicinatevi a me... voglio raccontarvi una storia...
una piccola storia fatta di sogni e speranze, di grandi slanci e di cadute, di piccoli passi danzanti nella musica... una di quelle storie che non sai come andrà a finire, perché devi aspettare, devi aspettare ed essere paziente.
L'attesa è la parte migliore lo dicono tutti, ma non per le persone che hanno sempre avuto fretta nella vita.
Forse questa volta andrà diversamente, avvicinatevi ancora di più e stringetevi forte perché fra poco sarà l'alba e vedrete la meraviglia che ci regala questo mondo ... giorno dopo giorno...
E' l'alba di un nuovo giorno, rimanete con me e vi racconterò tante altre storie...




nb: un grazie speciale a Giulia per essersi svegliata con noi alle 5 della mattina, aver percorso in bicicletta il tratto che ci separava dalla diga, aver aspettato con noi l'alba che ha riscaldato la nostra pelle ancora fredda dall'aria frizzante della notte e ringrazio anche Prisca che era con me quella mattina.

 Ci vediamo al prossimo Click
PH Una Marmellata di Foto